Pubblicato l'inventario delle Carte Mattioli (1946-1972)

Archivio storico
Mercoledì 25.03.2015

Pubblicato l'inventario delle Carte Mattioli (1946-1972)

Circa quattromila fascicoli di corrispondenza, datati 1946-1972, con banchieri, imprenditori, autorità finanziarie, personale interno della Comit, artisti, scrittori, studiosi, amici e gente comune: sono le carte personali di banca di Raffaele Mattioli, che l’Archivio storico di Intesa Sanpaolo presenta nel volume inventario Carte di Raffaele Mattioli (1946-1972), a cura di Francesca Gaido e di Francesca Pino.
Il volume si aggiunge a quello precedentemente pubblicato nel 2009, sempre dall’Archivio storico di Intesa Sanpaolo, per gli anni 1925-1945.

Gli inventari sono disponibili online all’indirizzo http://intesasanpaolo.xdams.org/intesa-web/tree/bci/Banca-Commerciale-It...

Raffaele Mattioli (1895 -1973), amministratore delegato della Banca Commerciale Italiana dal 1933 al 1960 e poi presidente dal 1960 al 1972, fu uno dei banchieri più rappresentativi del secolo scorso, ben noto anche all’estero nel mondo dell’alta banca e della finanza internazionale, spesso ricordato come il “banchiere umanista” per il suo impegno nella promozione di numerose iniziative culturali, specialmente nell’ambito della storia economica, della letteratura, dell’architettura e dell’arte. L’inventario analitico è un valido strumento per avvicinarsi al pensiero e all’opera di Mattioli nel dopoguerra, dagli anni della Ricostruzione a quelli del miracolo economico italiano, sino alle prime avvisaglie della stagnazione e consente a specialisti (e non) di seguire la parabola professionale ed esistenziale di un uomo tra i più corteggiati dalla politica italiana, ma anche fra i più ritrosi ad apparire in pubblico.