La Banca Commerciale Italiana nell'ex Jugoslavia

Archivio storico
Sabato 10.02.2018

La Banca Commerciale Italiana nell'ex Jugoslavia

L'Archivio storico di Intesa Sanpaolo, in occasione della Giornata del Ricordo, pubblica le carte sulla presenza della Banca Commerciale Italiana nei territori dell'ex Jugoslavia (1924-1932), all'interno del Fondo Servizio Filiali Italiane. Le carte, confrontate con le altre fonti documentarie del Patrimonio Comit, permettono di seguire l’attività della Banca nella ex Jugoslavia tra le due guerre mondiali: la creazione nella città di Fiume nel 1924, all’indomani dell’annessione all’Italia, di una succursale indipendente dal rapido e notevole sviluppo, che finanziò numerose imprese appena sorte, come cantieri navali, società di navigazione, industrie petrolchimiche e società commerciali e nel 1932 quella di due agenzie, una ad Abbazia, cittadina del nord est dell’Istria sul golfo del Quarnaro, e una a Lussinpiccolo, capoluogo dell’isola di Lussino.

Disponibile online anche una galleria delle immagini conservate nell'Archivio fotografico.